lunedì 29 settembre 2008

Cose nostre

















Splendidi splendenti con l'Ape di Pietro Cascella, autore tra l'altro del mausoleo di Berlusconi, direttamente da Forte dei Marmi.
Per chi volesse soddisfare la propria lombrosiana curiosità, può vedere un bel reportage del fresco trentasettenne Filippo.

In alto, Francesca Fornario, Gianpiero Caldarella e uno dei Soprano.

8 commenti:

m ha detto...

L'ape proviene per l'appunto dal gruppo scultoreo del mausoleo: simbolo di regalità e saggezza, incarnazione dell'immortalità dell'anima, insetto psicopompo da tempo immemore (niente battute, Tonus, o ti becchi una nota!)...

Ma già lo sapevi, nevvero? NEVVERO??!!

stefanodilettomanoppello ha detto...

Finalmente vedo una foto di quello che mi ha riempito il blog di sarcasmo e soprattutto di uno dei soprano :)
ciao e complimenti

Marco Careddu ha detto...

Sboroni...

Anonimo ha detto...

azz! che invidia con tutti quei mostri sacri! avrei voluto conoscere vauro e jena...santoro anche no! sempre in gamba, ve lo meritate tutto! antonio

stefanodilettomanoppello ha detto...

ps vieniti a scaricare il racconto sul mio blog ce bisogno di commenti tecnici
ciao

natangelo ha detto...

Mr. soprano, immaginati la scena. Arrivi al campeggio pisano dall'originale nome 'camping torre pendente' intorno alle dieci. Scegli la piazzola (in cravatta e vestito come quelli della tecnocasa) sotto sguardi di crucchi e apri la borsa stendi il telone e scopri che il tuo amico deficiente ha portato l'abitacolo da una persona anzicchè quello da 4 (la comodità delle tende con 4+1 posti). Ecco come nasc eun campeggio senza tenda :-)

Miky ha detto...

ho indovinato ho indovinato. Complimenti per il premio! Io continuo a sbaccanare ogni volta che ripenso alla vignetta dello stronzio... :D

Anonimo ha detto...

La camicia nera è in omaggio a tempi moderni?