mercoledì 2 maggio 2007

Aztlan















Da oggi troverete nelle migliori fumetterie e librerie
il primo numero di "Aztlan". Scritto da Mattia Colombara
e disegnato da Gianluca Maconi, è il primo albo di una
serie fantasy edita dalla nuova casa editrice Safarà.
Contiene anche un mini racconto disegnato dal sottoscritto
sui testi di Colombara. Buona lettura!

9 commenti:

Anonimo ha detto...

..bhè, bhè... caro tonus, mi sa che dovrai spartire con maconi il trono dei miei miti. Posti una anteprima della tua storiella?!
A.

m ha detto...

Anteprima! Anteprima!
Facce vede Tonuse!

Anonimo ha detto...

Che palle l'ennesima cagata fantasy! complimenti per la fantasia. Almeno la tua partecipazione è TUA?

Marco Tonus ha detto...

Gli anonimi sono pregati di non fare dichiarazioni audaci. Chi si firma in maniera umana, si.
Grazie, Tonus-

Gianluca Maconi ha detto...

Almeno prima di esprimere commenti assolutistici leggila anonimaccio, che sporchi il bellissimo blog del mio amico marco.
comunque grazie Marco, Gian.

m ha detto...

Hey! com'è che il Gianluca ha sovrascritto il mio commento? Si fanno preferenze fra colleghi eh?
Mannaggioni!

alessandro ha detto...

beh caro marco che dire...che figata!
anonimo lascia perdere...non serve fare sti commenti...mola il bevi e dati na comedade se no tu volis chiapa'quatri papinis...
mandi marco!

m ha detto...

Signori miei, pur nella sgradevole situazione, sento il dovere di ricordare che il blog è libero, e ciò apre la possibilità di commenti anche antipatici e, ahimè, anonimi. Se volete evitare questo tipo di ingerenze, che sono proprie del presupposto democratico della rete, non dovete far altro che riservare gli interventi agli iscritti (soluzione oltremodo reazionaria). Altrimenti le lamentele e le raccomandazioni saranno senz'altro inutili, vista la gentaglia che scorrazza per la rete.
Evitate di rispondere a interventi del cazzo, o finirete con il legittimarli.
Detto questo, tutto il mio appoggio è per i coraggiosi autori che in questa sede si espongono a questi rischi.
Come diceva lo zio Ho Chi Minh in impeccabile vietnamita: Hasta la victoria siempre!

jacopo ha detto...

lo cerco subito!
appena lo trovo e leggo commenterò ancora!