lunedì 26 gennaio 2009

2057 Odissea nello scazzo






















Oggi in edicola l'ultimo numero di Emme, quello pubblicato nel 2057: non troverete i miei lavori, in quanto in quell'anno sarò in un letto d'ospedale alimentato a patatine Fonzie. A compensarmi, mio figlio Marco J. Tonus, che proseguirà le orme del padre nel mestiere bello e dannato del disegnatore satirico.
Grazie a una penna ottica fotovoltaica (in commercio dal 2032, subito dopo la seconda guerra d'indipendenza padana) è riuscito a campionare il mio tratto creando nuove e futuribili vignette, ma le idee sono le sue, quindi prendetevela con lui. A me nel 2013 hanno anestetizzato i polpastrelli per non aver aderito come spettatore al reality del Grande Fratello.
Il futuro è nero. Abbronzato, cioè, sia chiaro.

Leggete e stupitevi tutti, a solo 12 zvantiki*
*12 zvantiki = 1 euro (non si torna alla lira nel futuro, sapevatelo)

4 commenti:

Gianluca Maconi ha detto...

dura la vita dei figli d'arte.

Marco Tonus ha detto...

Non se hai la penna ottica fotovoltaica. Ah, doppiamente figlio d'arte, il mio Junior. Sua madre è Nikki Benz. Poi divorziammo con la Sacra Rota, ma questa è un altra storia. Maledetti polpastrelli insensibili!

Anonimo ha detto...

Ebbe come docente estetico il prof. Sorrentino jr.La cattedra fu istituita da Andrea Sgarbi, ministro della cultura popolare, del Re di Italia1,Renzo Bossi, finalmente diplomato, come il padre, a Radio Gamma e Zeta.

mordente ha detto...

certo che 'sta Nikki Benz proprio ti piglia!
comunque, felice di trovare una modica quantità non riciclata da M... :-)