martedì 2 dicembre 2008

Stelle cadenti






















Quatto quatto, lemme lemme, esce ancora il vostro Emme. Si fa spazio tra le macerie la Corte dei Miracoli romana, dove la redazione si stabilisce provvisoriamente (ossimoro dovuto): la situazione è in progress, si naviga a vista, senza cartine ma con un sacco di filtrini imposti. In questi giorni sono stato a Roma a portare il mio contributo da uomo del nordest, ovvero pioggia e grandine.
Ma nonostante questo, sono stato accolto dall'ospitalità solare di Francesca (solare anche di notte), dalla pazienza stoica di Leonardo&Valeria (Deus ex Macintosh), dalle regalìe di Fricca (questo originale ora è mio, ròsicate!), dalla latitanza bradipa di Kanjano e dall'aplomb di Francesco Schietroma, che mi ha "portato a pranzo" con Achille Occhetto dalle parti dell'Arrappacis. Piacevole parentesi extra emmista con Bea del Mucchio (alla quale non sono riuscito a scucire la sua recensione d'esordio), che questo mese ospita i miei contributi disegnati e, stranomavèro, fotografici. Tutto il resto è fatalità.


Vignetta da «M» n. 58 del 1 dicembre 2008.

2 commenti:

m ha detto...

OOOOHHHHH! OOOOHHHHH! CHE BRAAAVOOOO! OOOOOHHHHH!

eMMe eMMe ha detto...

ma ndo' stà la redazione temporanea di eMMe?