martedì 8 gennaio 2008

Cominciamo pene






















«Non commettere atti che non siano puri, cioè non disperdere il seme,
feconda una donna ogni volta che l'ami, cosi' sarai uomo di fede,
poi la voglia svanisce e il figlio rimane e tanti ne uccide la fame,
io forse, ho confuso il piacere e l'amore, ma non ho creato dolore.»

Da "Il testamento di Tito" di Fabrizio De Andrè

4 commenti:

biri ha detto...

GRANDISSIMO!

Anonimo ha detto...

occhio che scattano le denunzie....

mordente ha detto...

tosto, tonus!
complimenti: bellissimo segno...

filippo ha detto...

grande grandeeee
alzamo il polverone
iuppi!